Il Liquore Di Mirto Bianco

Share

Nel post precedente abbiamo parlato del liquore di mirto e della sua storia ; era in quell’occasione stato detto che oltre al liquore di mirto rosso, certamente più commercializzato e famoso esiste anche in Sardegna  e nella vicina Corsica una piccola produzione, per lo più casalinga di liquore di mirto bianco .

Il-Liquore-Di-Mirto-Bianco-damgas-in-cucinaIl liquore di Mirto bianco , che a dir il vero grazie alla clorofilla in esso contenuta più che bianco è verdolino viene fatto partendo anzi che dalle bacche mature del mirto da foglie, germogli e tal volta bacche ancora non mature dell’omonima pianta. Si tratta di un prodotto di nicchia di cui è molto difficile la reperibilità in commercio, specie fuori dall’isola , ma che merita, proprio per la sua bontà e particolarità una nota in suo favore. Anche perché infondo se le bacche di mirto mature sono difficoltose da trovare in commercio certamente più semplice è reperire in qualsiasi negozio ben fornito o in qualche vivaio qualche ramoscello di questo arbusto con il quale cimentarsi nella preparazione di questo liquore. Se tuttavia decidete di affidarvi a qualche vivaista abbiate l’accortezza di richiedere una piantina adatta all’uso alimentare ( quella generalmente commercializzata ) in quanto ne esiste anche una versione nociva.

Fatta questa premessa e procurati i ramoscelli ecco ora la ricetta :

Ingredienti:

100 g di foglie di mirto , 1 l di alcol etilico , 1 l di acqua 1,5 kg di zucchero

Procedimento:

Per prima cosa sciacquate bene le foglie, eliminate quelle danneggiate , eventuali ramoscelli e quant’altro e mettetele ad asciugare ben distese ed arieggiate su di un canovaccio. Una volta ben asciutte mettete le foglie in infusione nell’alcol in un luogo buio e ad una temperatura di circa 20 gradi per due settimane in un contenitore con chiusura ermetica ( meglio non in plastica ) L’ultimo giorno mettete a bollire lo zucchero con l’acqua ottenendo così lo sciroppo di zucchero che farete poi freddare. Nel mentre filtrate il liquido e strizzate bene le foglie, quindi miscelate l’estratto di mirto allo sciroppo ed imbottigliate. Lasciate maturare bene il liquore di mirto bianco per un paio di mesi prima di servirlo ad esempio alla fine dei pasti in accompagnamento al caffè o come digestivo.

DamGas

Altre Ricette

Il Tapulone Conosciuto anche come  " tapelucco " o " tapülon " in dialetto , Il Tapulone è il piatto tipico del comune di Borgomanero , in provincia di Novara . A...
La Polenta Concia Biellese La Polenta Concia Biellese Intanto bisogna cominciare col dire che essendo un piatto povero di origine contadina, non esiste una vera e propria ric...
Seppie Ripiene Le Seppie ripiene sono un piatto tipico di quasi tutte le cucine marinare ove questo mollusco sia presente. Si tratta di un ottimo piatto, da proporre...
Lo Gnocco Fritto Lo Gnocco Fritto è un tipico prodotto dell'Emilia Romagna e più precisamente delle province di: Bologna, Modena e Reggio. Lo Gnocco fritto è però in r...
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.